Chiesa di San Michele Arcangelo - Trava

Situata alle porte di Trava, lungo la strada che congiunge i due paesi di Avaglio e di Trava, in prossimità del cimitero di quest'ultima, la Chiesetta di San Michele Arcangelo è un edificio dal valore artistico è indubbio, tanto da essere stata dichiarata monumento nazionale.

La mancanza di dati archivistici precisi non ha permesso di datare con esattezza l'edificio, ma l'analisi degli elementi architettonici e stilistici ci fa supporre una sua presenza agli inizi del 1400. Nel 1439 fu datata di vasca battesimale e nel 1664 di un campaniletto a vela del tipo a bifora.

La costruzione si inserisce in quel contesto di edifici tardo medioevali, generalmente rurali, lunghi poche decine di metri e caratterizzati esternamente da un'aula unica con presbitero poligonale e campanile a vela. Internamente essi presentano i tipici elementi gotici, derivati da prototipi carinziani, come l'arco ogivale e il soffitto dell'abside con volte a crociera. L'altare maggiore ligneo barocco, intagliato e dipinto da Giovanni Antonio Agostini agli inizi del 1600, recante al centro la statua di S. Michele Arcangelo, si trova oggi nella chiesa parrocchiale di  S. Leonardo di Trava, dopo aver subito un accurato restauro.

Il recente distacco casuale di parte dell'intonaco che copre l'abside, ha portato alla luce alcune zone di parete dipinte, che potrebbero rivelarsi interessanti a che sono in attesa di un'attenta valutazione da parte degli esperti. 

Collocazione geografica

Come arrivare

Martedì, 07 Febbraio 2017 - Ultima modifica: Lunedì, 13 Marzo 2017